Oggi parliamo di un tema molto caldo o molto freddo nei camper. Dipende da che lato lo guardiamo. Scriveremo questo articolo per fare chiarezza sull’aria condizionata in camper e la differenza con i raffrescatori cellula abitativa camper.

La scelta è da fare tra condizionatori classici e condizionatori evaporativi, iniziamo subito con affrontare il funzionamento e le differenze fra le tipologie.

CONDIZIONATORI CLASSICI

Per condizionatori classici si intendono tutti quelli con il funzionamento a compressore 220v, il funzionamento è paragonabile ai climatizzatori da casa standard, quindi con la possibilità di essere utilizzati come deumidificatore, condizionatore oppure solo ventola.

Permettono un’effettiva variazione della temperatura interna del veicolo con la completa eliminazione di umidità, che viene successivamente scaricata come condensa sul tetto del camper.

Il funzionamento è esclusivamente a 220v, quindi può andare solo con la rete del campeggio 220v, con un generatore di corrente o in viaggio con l’apposito kit inverter.

I produttori di condizionatori per camper sono:

Dometic con i modelli Freshjet (1700 – 2200 -1100)

Truma con i modelli Aventa ( eco 1700 – confort 2400)

Telair con i modelli Silent (5400 e 7400)

Per la maggior parte dei montaggi si utilizzano rispettivamente Dometic Freshjet 1700, Silent Telair 5400 o Truma Aventa eco 1700, che garantiscono un’ottima gestione della temperatura dei veicoli fino alla lunghezza di 7,5 m.

Il problema infatti si pone relativamente al consumo della luce del condizionatore, dove in campeggio vengono forniti solo 3ah (900W) per alimentare il camper (frigo – alimentatore – utenze 220v).

I modelli sopracitati hanno un consumo di 620w – 650w in modo continuo e permettono la gestione del condizionamento nel 90% dei campeggi con il proprio camper o motorhome.

Dometic freshjet 1700 e Telair 5400 offrono anche la possibilità di riscaldare il camper con il condizionatore nei mesi invernali in aiuto al riscaldamento principale.

Dometic con una resistenza che porta il consumo ad 800w mentre Telair sfrutta la tecnologia pompa di calore sul camper.

CONDIZIONATORI EVAPORATIVI

Il principio di funzionamento dei condizionatori evaporativi si basa sull’abbattimento della temperatura percepita, cioè il calore avvertito dal nostro corpo.

Questo valore è influenzato da quattro fattori diversi: la temperatura dell’ambiente, l’umidità relativa (cioè il rapporto tra la quantità di vapore acqueo contenuto in una massa d’aria e la quantità massima di vapore acqueo che la stessa massa d’aria riesce a contenere nelle medesime condizioni di temperatura e pressione, misurato in percentuale), la ventilazione la densità dell’umidità.

Il condizionatore evaporativo VIESA Holiday agisce su tutti e quattro questi fattori per creare una condizione di benessere direttamente sulla persona, più che sull’ambiente circostante.

Questo ha come risultato una corretta evaporazione dell’umidità presente sulla pelle, fenomeno che ha come effetto l’asportazione di calore.

Il processo di raffrescamento ha inizio con l’evaporazione dell’acqua sulla superficie del filtro e con il conseguente abbassamento della temperatura.

L’aria raffrescata, quindi, viene immessa nella cabina con un’umidità relativa ottimale compresa tra il 40 e il 60% e con una densità molto bassa.

Stabilizzare l’umidità relativa interna è importante poiché, quando l’aria è troppo ricca di acqua, l’evaporazione del sudore avviene meno facilmente o non avviene del tutto.

Allo stesso modo immettere aria con umidità a bassa densità (in questo caso minuscole gocce nebulizzate della misura di 0,002 micron) permette di distribuire l’acqua su una superficie maggiore per un’evaporazione più rapida.

Evaporazione facilitata ulteriormente dalla ventilazione forzata prodotta dal condizionatore.

Il grande vantaggio degli evaporativi sul camper è che il funzionamento è a 12v, questo permette di essere utilizzati  con il camper in sosta libera senza essere collegati alla rete 220v. basta un pannello solare installato sul camper per avere una adeguata ricarica della batteria per il funzionamento del camper.

CONCLUSIONE

La scelta adeguata per il condizionamento del proprio veicolo ricreazionale varia sia per le prestazioni richieste dall’accessorio montato sul camper ma anche in base alla tipologia di campeggio che con il proprio camper si intende fare.

In entrambi i casi il montaggio può essere effettuato su oblò 40cmx40cm standard montati su tutti i camper; infatti basta smontare l’oblò esistente e sostituire con il condizionatore scelto, un montaggio sul camper può avere una spesa che varia tra i 150€  e i 250€ ed un tempo dalle 3 alle 5 ore in base alle predisposizioni sul camper esistenti.

Stai ancora cercando il tuo camper ?
compila qui in basso e lo troveremo noi per te.