L’Italia è un paese talmente ricco di storia da offrire ai turisti la possibilità di fare un viaggio nel tempo di oltre 1000 anni spostandosi solamente di pochi chilometri.

Questa settimana vogliamo accompagnare gli amanti dei viaggi in camper proprio in uno di questi luoghi magici. Un territorio nel quale si può respirare il profumo della storia antica. Ci troviamo nella regione che rappresenta la culla culturale del Bel Paese, la Toscana.

Porteremo il nostro camper tra la provincia di Firenze e quella di Pistoia ed in meno di 50 km passeremo dai tumuli etruschi alle incredibili invenzioni di Leonardo da Vinci.

Un itinerario perfetto per un week end all’aria aperta in qualsiasi stagione dell’anno, con la pioggia o con il sole, in coppia o con una famiglia numerosa.

La prima tappa del nostro viaggio è il piccolo paese di Artimino dove ha sede il Museo Archeologico.

Ci troviamo all’interno del cosiddetto Sentiero degli Etruschi,  una terra ricca di reperti archeologici appartenenti ad uno dei popoli ancora tra i più misteriosi ed indecifrabili della storia italica. Molti di questi resti sono contenuti proprio all’interno del Museo di Artimino in Piazza San Carlo.

Pochi chilometri fuori la superstrada Firenze-Pisa-Livorno raggiungiamo così la nostra destinazione parcheggiando il camper in un comodo spiazzo ai bordi del piccolo paese medievale.

Poche decine di metri ci separano dall’ingresso del borgo al quale si accede passando al di sotto della torre di ingresso.

Il museo è ricco di tesori etruschi ed si sviluppa su due piani, il mondo dei vivi ed il mondo dei morti. Al pian terreno troviamo una sezione dedicata alle varie aree fortificate ed insediative della zona, al piano inferiore troviamo invece una sezione completamente dedicata a tombe e tumuli. Il museo non è quasi mai affollatto anche nei week end e questo consente una visita molto rilassante ed istruttiva.

Una delle necropoli etrusche più interessanti della zona si trova ad appena 2 chilometri dal museo. Meglio abbandonare il camper per un’oretta ed incamminarsi a piedi verso il sentiero che conduce alla necropoli di Prato Rosello dopo aver costeggiato la Villa Medicea di Artimino. Le tombe sono visibili all’esterno anche se sono prenotabili visite guidate.

Torniamo al camper ed in pochi chilometri ci spostiamo al tumulo di Montefortini . Una collinetta artificiale di dodici metri ospita due tombe con la più antica, tholos, del diametro di oltre 7 metri. Notevole la visita del sito all’imbrunire con le luci delle lampade che illuminano le tombe facendo rivivere un’atmosfera magica e misteriosa.

Altro breve tratto di strada e con il camper arriviamo nei pressi dell’area archeologica e naturalistica di Pietramarina. Dal ristorante “il Pinone” parte un sentiero facile in mezzo al bosco che in circa mezz’ora porta al sito. In cima al colle una cinta muraria di cui oggi si intravedono i resti, racchiude (o meglio dire racchiudeva) diversi edifici oggi visitabili. La posizione strategica ed il silenzio del luogo lasciano un’emozione incredibile al visitatore.

Il nostro viaggio nella storia etrusca potrebbe anche finire qui , ma c’è ancora un luogo da visitare nelle vicinanze e da non perdere assolutamente, il Museo Leonardiano da Vinci.

Un bel viaggio nel tempo ci porta così alla fine del Medioevo ed in una manciata di chilometri arriviamo nel paese di Vinci che ha dato i natali a quel genio che di nome fa Leonardo.

Consigliamo di parcheggiare il camper prima dell’ingresso del paese per evitare strade strette e disagi nel manovrare il mezzo. Oltre ai parking pubblici posti ai bordi del paese, l’area di sosta attrezzata comunale per camper presso il centro sportivo rappresenta una valida soluzione anche per la notte.  Da qui in 10 minuti a piedi si raggiunge il centro del paese.

Area sosta camper Comunale Vinci

Indirizzo: Via G.Calvi c/o Campo Sportivo 50059 Vinci (FI)
GPS: Lat: 43.784043 – Long: 10.92274

Numero posti: 30
Apertura: annuale gratuita
Servizi: rifornimento acqua, camper service, animali ammessi
Sosta consentita: 24H
Superficie piazzole: grigliato erboso drenante
Per informazioni e dettagli chiamare l’ufficio turistico di Vinci allo 0571568012

Il Museo Leonardiano si articola su due sedi espositive nel cuore del borgo. Le prime sale e la biglietteria sono allestite nella Palazzina Uzielli alla quale si accede dalla bella Piazza dei Guidi. Le sale rimanenti si trovano nelle affascinanti stanze del Castello dei Conti Guidi, antico edificio medievale dove troveremo le sezioni dedicate all’ingegneria civile, alle macchine da guerra, al volo, ai meccanismi ideati da Leonardo. Al piano superiore si entra poi nelle sezioni dedicate agli studi di ottica, carro automotore, bicicletta e dispositivi per movimenti in acqua. Un vero e proprio bagno di scienza che divertirà adulti e bambini.

Possiamo a questo punto  veramente riprendere la strada di casa, oppure no? C’è ancora un luogo che dovete vedere per completare la visita ai luoghi di Leonardo, ovvero la sua Casa Natale di Anchiano.

In un paio di chilometri di strada collinare si raggiunge la casa di campagna dove Leonardo nacque nel 1452. Non fatevi scoraggiare da alcune strettoie perché la strada è percorsa anche dai pullman. Un comodo ed ampio parcheggio a pochi metri dalla casa permette di lasciare il camper ed entrare nella casa natale. Ad accogliervi troverete un ologramma dello scienziato che, tramite una moderna tecnologia tridimensionale, vi farà rivivere la sua vita ed il legame, non sempre armonioso, con il territorio di nascita.

Recitato in uno stile teatrale il racconto si rivela assolutamente interessante e non noioso.

Per chi volesse raggiungere la casa a piedi esiste anche un sentiero chiamata Strada Verde che in circa 3 km in mezzo alla natura toscana vi permette di raggiungere la vostra destinazione partendo dal centro di Vinci.

[/vc_column]